mercoledì 2 agosto 2017

Eolo (libertà e fiducia)


Titolo: Eolo 

Il vento iniziò a sfiorarlo lieve, soffice: sembrava volesse fargli una carezza. 
Lui non si mosse! Lo osservò intimidito, opponendosi, senza lasciarsi spettinare. 
Lentamente però la corrente d’aria iniziò ad aumentare e lui decise finalmente di lasciarsi travolgere. Diede fiducia al vento, lasciandosi cullare, spingere e cambiare: fu il suo primo atto di libertà. Lasciandosi andare iniziò la sua danza: volteggiò nel cielo descrivendo circoli regolari a velocità diverse. 
Era bellissimo: lo si sarebbe potuto ammirare per ore senza annoiarsi. 
Aveva tre pale ma a quella velocità non era possibile distinguerle: un unico cerchio bianco decorava il cielo insieme alle nuvole. Senza costrizioni e giocando col vento si sentì finalmente se stesso, e non fu il solo: erano in tanti inttorno a lui a percorrere quello stesso destino. 
Il vento voleva trasformare la sua veemenza e la sua eleganza in energia: una modificazione che nascondeva in sé forza e magia, e lui decise di far parte di questo intenso percorso. Era incantato da questa possibilità: la poteva sentire a ogni giro, quando, riscaldato dal sole, osservava questo meraviglioso mondo dall’alto.

Parole suggerite da Cri Bragano 
Se anche tu hai voglia di inviarmi le tue 2 parole Clicca qui!

0 commenti :

Posta un commento