sabato 3 giugno 2017

Luna (eterno e spirito)


Titolo: Luna

Mia cara luna, 
così distante dai miei sogni, ma così vicina... da non poterti toccare. 
Tu che vivi in uno spazio eterno, infinitamente finito o finitamente infinito, e che brilli di luce riflessa fingendo che sia la tua. 
Tu che ti dipingi di ombretti velati regalati dalla forza di un sole ignaro del tuo punto di vista. 

Mia cara, 
tu che hai il lusso di guardare da così lontano e da così vicino la nostra terra, gli oceani e le terre emerse, i voli instancabili degli uccelli migratori e le corse assolate delle lucertole nei deserti del mondo. 
Mia cara, 
ti scrivo perché stanotte i miei occhi non sanno staccarsi da te e non riescono a chiudere in uno scrigno della mente le domande che arrivano incessanti. 
Da lassù, lontana e vicina, sembra anche a te che lo spirito della terra giri in senso contrario? 
Nonostante il sole insistentemente ti abbagli per distrarti dalla confusione dell’uomo, tu, nei momenti di riposo dai tuoi angoli di ombra, almeno tu, riesci a vedere il colore del mondo che cambia? 
Io ne avverto il profumo... Lo senti anche tu? 
A volte ho paura sai?! 
Ma poi ti guardo e penso che finchè tu brilli..possiamo brillare anche noi, in fondo questo sole è amico di entrambi.

Parole suggerite da Giancarlo Esposto
Se anche tu hai voglia di inviarmi le tue 2 parole Clicca qui!

0 commenti :

Posta un commento