lunedì 5 giugno 2017

L'arte di scegliere i ricordi (obiettivo e orgoglio)



Titolo: L'arte di scegliere i ricordi

Come posso sceglierne uno senza sbagliare? Macro, grandangolo, tele…In questo negozio c’è un obiettivo per ogni tipo di immagine, di pensiero... 
Una parte di me, quella carica d’orgoglio, si rifiuta di spiegare al negoziante l'immensa ignoranza sull’argomento e la semplice e bambinesca necessità di un mezzo per riportare il mondo così come lo vedo attraverso i miei occhi, su una carta fotografica. 
L’altra parte di me, quella saggia, sa invece che senza chiedere aiuto, non risolverò mai questa difficilissima situazione. 
La fotografia per me è un modo di formare ricordi: quelli che il mio corpo scioccamente si rifiuta di mantenere, ritenere, ricordare…È una cosa di cui ho bisogno: ho bisogno di avere dei ricordi!

Motivato da questo pensiero, mi faccio coraggio. Lascio l’orgoglio in un angusto angolo del momento e, rivolto al commesso, dico: 
“Spesso perdo i miei ricordi…molto spesso! E sa, i ricordi sono importanti! Sarebbe così gentile da aiutarmi affinché questo non accada più in futuro?” 
Il commesso mi osserva seriamente e… 
Non risponde???!!!
Non risponde!
Così... decido di scattargli una foto.

Parole suggerite da Martina Tafuri
Se anche tu hai voglia di inviarmi le tue 2 parole Clicca qui!

0 commenti :

Posta un commento