mercoledì 28 giugno 2017

La finestra di fronte (passione e pazienza)

Titolo: la finestra di fronte (copiando qualcuno) 


Ci incontravamo tutte le mattine e tutte le sere! 
Io che: senza passione stendevo il bucato, prendevo la scopa e la paletta, lavavo il balcone, fumavo una sigaretta; e lei che semplicemnete osservava. Credo osservasse il tempo, dall'alto della sua finestra. Osservava con pazienza i bambini andare a scuola, le macchine muoversi nel traffico e probabilmente anche me, correre nel mio ritmo. 
Non la incontravo mai però: all'esterno intendo! 
La vedevo solo al di là della strada, dietro la sua finestra sempre aperta, con il suo viso sereno e attento. 
Fu per questo che quel giorno la mia vita cambiò molto: quando aprendo il balcone notai la sua assenza. L'aria si fece improvvisamente fredda, anche se era un caldo mattino d'estate. Aspettai qualche istante con il bucato umido tra le mani, ma nulla, per giorni e poi mesi non la rividi! 
Sentii molto la sua mancanza perciò decisi di aspettarla, salutandola ogni mattina e ogni sera!
Poi un pomeriggio una donna, con in braccio un bambino, spuntò dalla sua finestra osservandomi e salutandomi affettuosamente. Nei giorni successivi iniziarono dei lavori di ristrutturazione e anche  quel piccolo angolo di casa che avevo imparato a osservare si trasformò.
Non la rividi mai più e la mia casa non fu più la stessa e forse...nemmeno io.

Parole suggerite da Giovanna di Troia
Se anche tu hai voglia di inviarmi le tue 2 parole Clicca qui!




0 commenti :

Posta un commento