giovedì 15 giugno 2017

Alla mia pianta (giocare e cantare)


Titolo: Alla mia pianta

La nostra relazione era sempre stata questa: io che non smettevo di cantare e raccontarle storie del passato, e lei che… 
Beh lei semplicemente respirava, ascoltandomi serena sotto i raggi del sole.

O NO?

In realtà non avevo idea di cosa sentisse, ne di cosa provasse!
Mi ero spesso domandato se sapesse che per me quello era il nostro modo di giocare, di comunicare, di essere noi.
Purtroppo molte volte ero sicuro del contrario: quando ad esempio dopo ore di suoni, parole e lievi carezze non vedevo in lei nessun cambiamento.
Tutto restava sempre e solo nella stessa identica posizione!
Io però insistevo, continuando con le mie canzoni, convinto che tutta quella energia, quelle emozioni la coinvolgessero fino al midollo.
La risposta chiara ed evidente alle mie perplessità arrivò in una mattina di primavera, quando un  primo bocciolo apparve per poi aprirsi delicatamente nei giorni successivi in un magnifico fiore: il nostro fiore.
Abbandonai ogni dubbio!
E seppi, che le emozioni le condividiamo proprio tutti su questo pianeta!

Parole suggerite da Luca Rallo
Se anche tu hai voglia di inviarmi le tue 2 parole Clicca qui!

0 commenti :

Posta un commento