domenica 21 maggio 2017

Legami (coro e metodo)


Titolo: legami

“Per riconoscere l’unisono ci vuole un metodo!”
“Un metodo? Spiegati meglio!”
“Partiamo ad esempio da due voci distinte: due amiche che parlano tra loro davanti al tavolino di un bar.”
“Ti seguo, continua!”
“Tu ritroverai due tonalità, due diverse vibrazioni che cercano intensamente il loro punto di incontro.”
“Un punto d’incontro…”
“Se le due anime e i loro pensieri si incontreranno, allora sentirai un coro: un suono soave creato da figure diverse… Al contrario se questo non accadesse, ti ritroverai seduta ascoltando il verso di una cornacchia.”
“Quindi secondo te l’amicizia si misura col suono?”
“Certo ma non solo l’amicizia, tutte le relazioni…restano legate a quello che non si vede, ma si ascolta.”
 “E quindi per capire se sono con la persona giusta e se stiamo raggiungendo “l’unisono” il metodo che dovrei utilizzare sarebbe quello di chiudere gli occhi e distinguere tra un coro angelico e il grido di una cornacchia?”
“Proprio cosi!”
Chiusi gli occhi.
“Continua per favore,” gli chiesi, “spiegami meglio…”

Sperando nel silenzio di distinguerci…

Parole suggerite da Simonetta Dilazzaro
Se anche tu hai voglia di inviarmi le tue 2 parole Clicca qui!

0 commenti :

Posta un commento