martedì 2 maggio 2017

Cima (serenità e dono)



Titolo: cima 

Arrivammo sulla vetta della montagna dopo una lunga scalata. L’aria era fresca e il cielo sereno: le corde avevano aiutato il percorso e le mani erano stanche per il lavoro compiuto. Lassù, su quella che ci sembrò la cima del mondo, calma e serenità aleggiavano come sempre. Eravamo nel punto di arrivo: quello dove il rumore lascia posto al silenzio e l’oscurità si scontra con la luce. 
Non si sa mai cosa aspettarsi su di una cima: a volte un’aquila orgogliosa che mostra le sue ali, altre volte una cascata che risuona la sua melodia; talvolta dei fiori che si ancorano forti alla roccia per non perdersi, o altre l’orizzonte che sorride con la dolcezza della sua linea curva. 
Quella volta la cima però ci regalò qualcosa di magico: ci mostrò chiaro il percorso compiuto con i punti difficili e quelli facili, con le arrese, e i combattimenti. Ci donò il valore del percorso, ci mostrò la forza nascosta dentro di noi: ci fece guardare indietro invece che avanti, cosicché non avessimo più paura di proseguire, rientrando.

Parole suggerite da Sebastiano Sicali
Se anche tu hai voglia di inviarmi le tue 2 parole Clicca qui!

0 commenti :

Posta un commento