martedì 23 maggio 2017

A mia figlia Alisa (amicizia e fiducia)



Titolo: a mia figlia Alisa

"Facciamo un gioco piccola mia: dammi la mano! Ora chiudi gli occhi e lasciati trasportare…
Ti accompagnerò attraverso il mondo, ma dovrai avere fiducia. Sorpasseremo ponti, fiumi, valli... 
Ci riposeremo su campi soleggiati e berremo acqua di fonte. Io mi prenderò cura di te, e tu cura di me tenendomi per mano. 
Non dovrai aver paura perché la strada sembrerà imprevedibile a occhi chiusi, ma lo sarà anche a occhi aperti, bisogna solo abituarsi. Nel buio imparerai il profumo del tempo e sentirai il calore del suono. Non durerà per sempre amore mio, quindi fidati, stammi vicino! 
Il tempo porrà distanze e trasformerà la nostra amicizia e i nostri giochi in differenze... e similitudini. Tu continua a tenermi per mano, continua... almeno fin quando non aprirai gli occhi e potrai vedere da sola le tue discese e le tue salite. Io ti accompagnerò sempre, ma questo momento è importante, è il momento in cui la mia presa ti darà fiducia nel imparare chi sei. 
Prenditelo, vivilo!
È solo un gioco, ricorda, è come giocare alla corda nel parco: è come noi, come il nostro mondo. Chiudi gli occhi, concentrati sui suoni, suoi tuoi sogni…sí soprattuto sui tuoi sogni e quando ti senti pronta ad aprirli, fallo lentamente cercando di non dimenticare questa meravigliosa sensazione che stai provando adesso, adesso, mentre ci stringiamo la mano."

E quella sera tornammo a casa sorridendo nel buio.

Parole suggerite da Nicoletta Esposito
Se anche tu hai voglia di inviarmi le tue 2 parole Clicca qui!


0 commenti :

Posta un commento