mercoledì 1 febbraio 2017

Parole: vita e realtà


Titolo: le tre porte

Mi affacciai alla porta della Realtà, ma non appena misi il naso fuori, un vento fortissimo colpì il mio viso e mi costrinse a rientrare…
Disorientata, tornai a sedere sulla mia poltrona e ripresi a osservare le tre porte dinnanzi a me, come se fossero racchiuse in un grande schermo.
La porta della Fantasia si era sempre aperta facilmente, mostrandomi colori sfavillanti e immagini sfumate…Era una porta dietro cui potevo perdermi a camminare per ore sotto un cielo stellato: era un luogo magico.
La porta della Finzione riuscivo ad aprirla solo in alcuni momenti: a volte mi sembrava fosse la più ovvia, la più semplice, forse perché mi attirava il suo essere estremamente ordinata e strutturata. In altri momenti però, più frequenti, dopo averla attraversata, mi portava talmente lontano dalla mia poltrona che dovevo fare un’enorme fatica per ritornarci: questo mi decentrava e mi ricordava che non avrei dovuto più aprila.
La porta della Realtà invece era quella che mi bloccava più di tutte: avevo tentato di attraversarla diverse volte, ma non ero mai riuscita a farlo realmente: troppo vento per un'esile foglia...

Trascorsi così la mia vita tra Fantasia e Finzione…ma quando tutto finì, la porta della Realtà si spalancò improvvisamente davanti ai miei occhi, e io decisi di lasciarmi trasportare dal suo vento: potetti così ammirare, finalmente, la sua unica ed elegante bellezza.

Parole suggerite da Elena Cecconi
Se hai voglia di inviarmi le tue 2 parole Clicca qui!

0 commenti :

Posta un commento