sabato 4 febbraio 2017

Parole: bardi e fantasma



Titolo: perdita


Mi guardai allo specchio appena sveglio: sembravo un fantasma! Non dormivo da notti e si notava dal colorito pallido e dalle ombre oscure sotto gli occhi. Avrei potuto, e forse dovuto, tornare a letto anche oggi, ma mi imposi di uscire per dare colore al tempo… 
Passeggiai per il centro della città: il luogo dove la musica e il suono riportano vita a chi come me non la ritrova…Ascoltai incantato bardi di strada suonare canzoni di un passato lontano: la mia mente si lasciò trasportare per qualche momento… Mi sentii più leggero per un istante.
Poi lentamente mi voltai e mi diressi verso casa dando il tempo solo a una nuvola di nascondere e poi scoprire il sole.
Una volta a casa però presi la sua foto tra le mani e le lacrime ripresero il loro corso, silenziose e sincere…Andai a letto perché sapevo di aver fatto molto quel giorno affrontando il sole da solo: in fondo era ancora presto e non c’era alcuna fretta...
Eppure un po’ mi era piaciuto guardare il sole come lo avremmo guardato insieme, e compresi che non mi avrebbe mai lasciato…

Parole suggerite da Federico Berti
Se hai voglia di inviarmi le tue 2 parole Clicca qui!

0 commenti :

Posta un commento