venerdì 20 gennaio 2017

Parole: luna e crescente



Titolo: Abruzzo

C’era la luna, o per lo meno così mi sembrò: non avemmo in realtà il tempo per comprendere, per chiedere… né tantomeno per sperare, sognare… Tutto intorno era bianco, quasi grigio, o per lo meno così mi sembrò… ma di una luce forte, in grado di riflettere le nostre paure e l’ansia crescente.
La terra aveva preso a danzare, senza però mostrare alcuna grazia e seguendo un ritmo a cui tutti risultammo sordi.
Quello che avevamo già perso si sommava a quello che stavamo perdendo di nuovo…
La paura altalenava tra rabbia e tristezza. Ci tenemmo stretti, mano nella mano, per sentire il battito di ognuno. Quando tutto si calmò, dopo attimi rallentati, ci ritrovammo al freddo, al buio, sostenuti solo da una luna vibrante che, a osservarla bene, sembrava si burlasse di noi…
Eppure insieme iniziammo a organizzare quello che si poteva organizzare, ad aiutare chi si poteva aiutare e ad abbracciare chi si poteva abbracciare. Lontani, isolati, impauriti e infreddoliti facemmo dell’essere umano la differenza.

Parole suggerite da Tanya Pavani
Se hai voglia di inviarmi le tue 2 parole Clicca qui!


0 commenti :

Posta un commento