lunedì 30 gennaio 2017

Parole: figli e vaccinazioni


Titolo: distacco

Era tutto pronto: valige, documenti, vaccinazioni e carta geografica nello zaino. La destinazione alquanto vaga, ma allo stesso tempo molto precisa: andare, senza paura di farlo, ovunque fosse stato possibile. Eravamo stati figli molto a lungo, coccolati tra colazioni e coperte morbide, ora era tempo di allontanarsi dal nido, di esplorare: era il tempo di scoprire chi fossimo e dove saremmo voluti arrivare.  Il primo giorno ci accompagnò l’entusiasmo, il secondo la curiosità, il terzo fummo spinti dalla scoperta, il quarto ci sentimmo stanchi…iniziammo dubitare della nostra scelta. Il quinto la solitudine venne a trovarci e la paura iniziò ad abbracciarci. Fu un giorno buio. Il sesto giorno il sole ci accolse timido, rilevando un raggio di speranza. Terminata la prima settimana smettemmo di porci domande sul passato e finalmente iniziammo a guardare avanti: fu in quel momento che trovammo la indicazioni corrette per raggiungere noi stessi…

Quando tornammo a casa era mattino presto. Preparammo la colazione e la portammo a letto a mamma e papà. 
Piansero…ma poi sorrisero.
Ci abbracciammo!

Parole suggerite da Emanuela Nicoloro
Se hai voglia di inviarmi le tue 2 parole Clicca qui!

0 commenti :

Posta un commento