martedì 20 dicembre 2016

Parole: specchio e memoria



Titolo: età

Persi la memoria in uno specchio… Era mattino presto, stavo guardando attentamente il mio volto, valutandone pregi e difetti, quando… Proprio mentre osservavo il naso appuntito, lei se ne andò, senza nemmeno un saluto.
Non era mai stata un’ottima amica, nei momenti peggiori mi aveva ricordato solo situazioni imbarazzanti o tristi. Mai una volta che avesse riportato ricordi felici, come abbracci o petali di girasole…
Lasciarmi così però… senza un messaggio, un addio, o una parola…
Che villana!
E io che per anni avevo tentato di nutrirla, sostenerla, suggerendole informazioni, fatti…

Probabilmente era una memoria molto vanitosa la mia: preferiva vivere in uno specchio che stare insieme a me.
...
Così, d’un tratto persi il ricordo degli amici, della strada in cui ero cresciuta… persi perfino il mio colore preferito, il profumo delle rose, il suono del mare e il sapore della neve fresca …Persi il lavoro, l’agenda, persi anche la ricetta di mia nonna: quella del tiramisù… Persi tutto! O quasi tutto perché qualcosa rimase…
Il nome dei miei figli casualmente ritornò ogni volta che ne ebbi bisogno, così come la luce dei miei occhi…quella riaffiorò sempre in ogni mio sorriso… ricordandomi della mia esistenza per qualche istante, prima di perdersi di nuovo!

Parole suggerite da Claudia Capocotta
Se hai voglia di inviarmi le tue 2 parole Clicca qui!

0 commenti :

Posta un commento