venerdì 9 dicembre 2016

Parole: memoria, rimozione


Titolo: non lo ricordo

Cara memoria,
ti scrivo perché ti considero un’amica preziosa e vorrei non ti dimenticassi più di me e dei miei accaduti, abbandonandomi in un tempo senza passato, come accaduto in questi giorni.
Smettila, per favore, di giocare a nascondino.
Le cose si susseguono a velocità impressionanti e comprendo bene il lavoro estenuante di attenzione e scelta della rimozione che devi compiere. Però mia cara, vorrei tu ricordassi, seppur nella stanchezza di un lavoro sottovalutato, che sei tutto ciò che resta, insieme alle fotografie, di vite passate, presenti e future. Ognuno compie passi e disegna alberi, ma senza di te, le impronte verrebbero cancellate e i rami spezzati.

Mi cara, sono stanco anch’io, sai?…Per anni ho provato ad aiutarti: ho letto, pensato, raccontato, visto, sentito e vissuto alla ricerca di quel fermo immagine che ti avrebbe sbalordito. Perché alla fine è questo il senso, no? Trovare nel giardino attimi in cui il cuore stia ballando.
Mi cara, non smettere quindi di ballare con me e continua a tenermi per mano: è importante sapere chi siamo.

...
Misi il cappotto, uscii di casa e … mi ritrovai alla polizia con un documento di identità tra le mani: per fortuna sorridevo e nonostante tutto mi riconoscevo!


Parole suggerite da Giovanni Fasanella
Se hai voglia di inviarmi le tue 2 parole Clicca qui!

0 commenti :

Posta un commento