giovedì 15 dicembre 2016

Parole: cuore e segreto



Titolo: al mio disegno

La prima volta che ti ho sfiorato con la matita, ho pensato di partire dai tuoi occhi. Li ho disegnati con precisione. Ho cercato di non creare un’innaturale differenza tra destro e sinistro per non perdere l’emozione racchiusa. Una volta che ho definito i contorni, ho continuato con le linee della pupilla e le sue gradazioni per raccogliere il brillio del tuo vivere.
Quando sono passato alle sopracciglia e alle ciglia mi sono divertito a giocare con ombre e chiaroscuri. Dopo una pausa, ho poi descritto l’ovale del volto e delineato la tua bocca, mostrandone la morbidezza…
Il naso l’ho solo accennato, non volevo rubasse la scena.
Mentre da un lato riportavo lo scompiglio dei tuoi capelli; dall’altro mi dedicavo alla silhouette del tuo esile corpo... Ti ho donato una collana di margherite e posto un vestito avvolgente con uno scollo elegante. Gambe e scarpe si sono fatte attendere: troppo lunghe… troppo corte… Delle semplici ballerine hanno in fine avvolto i tuoi piedi, mentre braccia e mani si sono nascoste, intrecciate, dietro la schiena.
A questo punto ho preso una decisione importante: ho lasciato nascosto il tuo cuore…
So che avrebbe spiegato più del resto, ma volevo restasse un tuo segreto.

Parole suggerite da Ornella Capezzuto
Se hai voglia di inviarmi le tue 2 parole Clicca qui!

0 commenti :

Posta un commento