martedì 15 novembre 2016

Parole: leggera e amore



Titolo: piuma

Leggera, volavo, trasportata da flebili venti. Danzavo alla luce del sole, segnando percorsi irreali e linee distorte. Un soffio sapeva spostarmi: tutto era mobile. Rincorrevo pensieri: il peso a volte mi riportava in basso, e a volte in alto. C’era poca forza nell’aria ed io, serena, potevo toccare le possibilità e sperimentare le diverse opzioni. Tutto poteva cambiarmi, muovermi. Nulla restava dov’era, neanche il sorriso, o la pioggia. Leggera pensavo all’amore, alla vita. Leggera vivevo l’irrealtà nella realtà. Ero partita da non so dove, e andavo in nessuna direzione.
Probabilmente qualcuno mi aveva persa o dimenticata, ma cosa importava? Dinnanzi alle infinite possibilità della danza tutto il resto sembrava superfluo. Dondolai quindi, leggera, danzai a lungo senza paura, lasciandomi spostare, trasformandomi: cambiai colore e spessore, talvolta anche forma, e diedi al mondo la possibilità di plagiarmi. Quello stesso mondo che un giorno, quando il vento calò, toccai lieve.

Parole suggerite da Monica Mia Lambiase.
Se anche hai voglia di inviarmi le tue due parole Clicca qui!.

0 commenti :

Posta un commento