venerdì 11 novembre 2016

Parole: canottiera e giorno


Titolo: la guerra nell'armadio

Cosa ci faccio io qui? Non sono mica un pantalone: stropicciato, confuso e ingombrante. Io sono una canottiera: leggera, sottile e raffinata. Dovrei essere con la biancheria, ed invece, guardate qui. 
Odio questa immensa confusione, questo scambio di colori, pesi e misure. A volte mi ritrovo insieme ai calzini, altre volte in compagnia di giacche a vento. Tutto questo non mi piace, mi confonde. 
A volte sono coperta da così tanti capi di abbigliamento da ritrovarmi sola, al buio, e senz’aria, sul fondo di un cassetto, in attesa del fatidico giorno del riordino….che tarda sempre mesi ad arrivare. Non potrebbe scegliere un modo diverso per ordinarci? Tipo dividerci per colori, per piani? 
No, lei parte con una divisione in gruppi: biancheria, magliette, pantaloni e così via, ma siccome questa logica richiede molto lavoro e pazienza, alla fine, preferisce mischiare tutto creando una guerra in questo armadio. 
Sono stufa stavolta mi riordino da sola. 

Cosi dicendo una povera canottiera si lanciò nel vuoto, nel tentativo di raggiungere il cassetto della biancheria, mancandolo. Quando venne ritrovata distesa sul pavimento, fu prontamente portata nel cesto dei panni sporchi dove rimase, tristemente, per settimane.

Se anche tu hai voglia di inviare le tue due parole Clicca qui!.

0 commenti :

Posta un commento