martedì 18 ottobre 2016

Parole: vuoto e email



Titolo: No

"Pronto? Come va? Come mai mi chiami a quest'ore?"
"Niente, niente! Mi andava di sentirti."
"Sicuro? Dalla voce non si direbbe."
"E’ che… beh si insomma, ho inviato quella mail, e…non lo so mi sono sentito vuoto. Svuotato. Ho avuto paura e…"
"E mi hai chiamata!"
"Si! Mi spiace. Disturbo?"
"Ma va…certo che non disturbi. Per chi era questa email? Una cosa importante?"
"Non direi."
"E allora cosa ti ha preoccupato tanto?"
"Era la prima volta che dicevo di no."
"Scusa? Non ho capito."
"Si, ho guardato e riletto il messaggio almeno 100 volte. Mi chiedevano una collaborazione che non mi interessava, ma sai quando lavori sembra sempre che tutto sia importante: che devi fare tutto. Invece stavolta ho detto di no. E’ stata la prima volta. Una fatica enorme. E dopo...eccomi qui con mille dubbi sul se sia stata una scelta giusta."
"Adesso ho capito. Lo so, non e’ facile nemmeno per me scegliere e dire di no, ma credo che se l'hai fatta era la scelta giusta. Chi altri potrebbe dircelo se non noi stessi?"
"Grazie. Ti voglio bene. "
"Anche io."
"Ora posso andare a dormire."
"Anche io."
Ridiamo.
"Buonanotte."
"Buonanotte."

Se anche tu hai voglia di inviare le tue due parole Clicca qui!.

0 commenti :

Posta un commento