lunedì 17 ottobre 2016

Parole: lacrima e ragione


Titolo: una lacrima

Sentivo una lacrima.
La sentivo scorrere sola, sicura e silenziosa. La sentivo rigarmi la guancia ed arrivare alla fine del mio viso, in quel punto fastidioso da cui si sarebbe poi gettata sul collo bagnandomi la maglietta.
La fermai in tempo e le chiesi:
“perche sei qui?”
“Dovrei chiedertelo io, non credi?"
“Hai ragione," le dissi, “anche le lacrime ne sanno più di me. Credo sia per colpa del vento e della sabbia...”
“Questa versione dei fatti non è credibile a nessuna età, ma comunque tu non hai più quell'età... "
“Hai ragione di nuovo! In realtà credo sia perché oggi è uno di quei giorni in cui vorrei urlare, ma non riesco. Tutto sembra aver perso forza, luce, energia. Dove posso ritrovarle?”
“Lo chiedi a me? La mia strada termina sulla tua maglietta." rise. "Dove termina la tua?”
“Io non lo so.”
“Davvero? Che fortuna che hai: puoi immaginare che termini dove vuoi. Dove vorresti?”
“Tra fiori profumati, dopo un lungo cammino, scalza e a mani vuote, ma con il cuore pieno.”
“Sù, va' allora” sorrise...
e finalmente si distese sulla mia mano.


Se anche tu hai voglia di inviare le tue due parole Clicca qui!.


0 commenti :

Posta un commento