mercoledì 10 agosto 2016

Parole: febbre e Salento



Titolo: strade

“Sono in Salento, sono venuto a trovare degli amici che insistevano con la storia del mare meraviglioso…"
...
"Come hai detto? No, non ho voglia di venire in Emilia… e poi lo sai che tra qualche giorno devo riprendere a lavorare…"
...
"Dai mamma, non insistere: l’estate è il momento degli amici…"
...
"Certo che combino guai, ma ricordi che ho trentadue anni?"
...
"No, stasera restiamo in casa perché’ Eugenio ha la febbre, o una qualche forma intestinale…"
...
"Si, certo che lo conosci, è quel mio collega che hai incontrato al cinema quella sera che sei venuta a Parma a trovarmi…"
...
"No, vediamo domani come va, magari facciamo un giro in paese ed al mare andiamo il giorno dopo…"
...
"Si, divertitevi anche voi…un abbraccio a papà.”


“Siamo ancora nel silenzio, vedo”…dice rattristato
“sai come sono…arriverà il momento giusto…”
“esiste un unico momento giusto: quello in cui tu sei te stesso. Perche’ pensi che la tua vita possa influenzare quella degli altri?”
“loro non sono “gli altri”, sono la mia famiglia…”
“appunto perché vuoi che amino qualcuno che non conoscono?…dagli una possibilità o per lo meno dalla a te stesso”


“Mamma? Volevo dirti che ho cambiato idea, ho voglia di tornare qualche giorno a casa ci vediamo venerdì…”


Parole gentilmente suggerite da Luca Merola.
Se anche tu hai voglia di inviare le tue due parole Clicca qui!.

0 commenti :

Posta un commento