venerdì 10 giugno 2016

Parole: sole e potere


Titolo: amori "diversi"

Era una giornata di sole intenso, quello che ci voleva per scaldare il mio animo agitato. Ero teso e nervoso, ma anche felice ed emozionato. 
Avevamo preparato tutto da tempo, ma si sa gli imprevisti sono imprevedibili. 
Uscii di casa per primo, con un elegante completo scuro. Mi diressi al nostro bar per spezzare l’attesa. L’appuntamento era alle undici. Avevamo deciso così perché’ lui aveva chiesto di restare solo e potersi preparare in silenzio. 
La nostra relazione era sempre stata una dolce battaglia, il nostro, un amore tormentato. Quel giorno ci avrebbe offerto la possibilità di essere noi stessi anche davanti al “potere dello stato”. 

Sarebbe venuto, promise, eppure quando arrivai non lo vidi. Mia sorella sussurrò: “arriverà”, ma così non fu. Aspettammo ben oltre il tempo, ma nulla. Sua madre invece arrivò, mi abbracciò piangendo, consegnandomi una lettera: 

Scusami. 
Non sono venuto. Non potevo farlo solo per dimostrare ad altri che l’amore può essere diverso. Il conflitto per l’eguaglianza mi aveva fatto dimenticare me stesso. 
La verità è che non ti amo più. 
Orribile da scrivere, ma cosa altro fare. 
Mi dispiace, spero solo che altri amori “diversi” non debbano più lottare, come noi, per essere liberi.


Parole gentilmente suggerite da Marta Morace
Se anche tu hai voglia di inviarmi le tue due parole  Clicca qui!

0 commenti :

Posta un commento