sabato 4 giugno 2016

Parole: Nuvole ed edera.

Nuvole ed edera

Titolo: L'inatteso

“Avrò sbagliato strada come al solito. Possibile che anche con il navigatore non riesca ad arrivare mai al primo tentativo? 
Dove sono finita? 
Questa stradina di campagna faceva parte delle indicazioni sull’invito? Certo, il fatto che io non le abbia lette non aiuta. Un matrimonio pero’, dovrebbe essere stato organizzato in un luogo più “animato” penso. 
"Che faccio? vado avanti? 
Magari incontro qualcuno. Lo sposo per esempio” rido. 
Decido di proseguire. 
In cielo poche nuvole
Il telefono si spegne. 
Scarico. 
Alla fine della strada un cancello in ferro. Nessuna scritta. 
“Perfetto! Una strada privata, mi toccherà farla in retromarcia” 
Prima pero’ decido di parcheggiare e citofonare per chiedere informazioni. 
“Pronto?” risponde una voce elegante. 
“Salve, chiedo scusa, mi sono persa. Il navigatore diceva che ero in via Giacomo Torini.” 
“Esatto”. 
“Ah, perfetto! Saprebbe indicarmi come arrivare all’hotel…un momento che cerco il nome… eccolo: hotel Villa Edera.” 
“Davanti ai suoi occhi. Le insegne sono poco visibili per motivi di restauro. Benvenuta. Prosegua lungo il viale”. 
Il cancello si apre, e dopo poco una bellissima villa d’epoca completamente ricoperta d’edera. 
“Che posto meraviglioso” penso, “se solo avessi saputo di sposarmi qui mi sarei vestita diversamente, ma che importa l’amore non ci farà caso”.

Parole gentilmente suggerite da Cristina Carnabuci
Se anche tu hai voglia di inviarmi le tue due parole, Clicca qui!.

2 commenti :