mercoledì 29 giugno 2016

Parole: fuoco e unghia



Titolo: la scoperta

“Cosa vedi?”
“Nulla.” 
“Ho paura.”
“Anche io.” 
“E’ buio.”

“Lo so, e per favore smetti di mordicchiare quell’unghia.” 
 “Come siamo finiti qui?”

“Hai detto che volevi conoscere i Troll.” 
“Tu lo sapevi che vivono sotto le montagne?”

“Me lo hai detto tu, ma io non credo esistano davvero.” 

“Sbagli. Chi credi abbia costruito queste incredibili gallerie?” 

“Che importa adesso, il problema è riuscire a trovare l’uscita, ci siamo persi!” 

D’improvviso però vedemmo una luce: il bagliore di una fiamma. Qualcuno si muoveva intorno ad un fuoco. Erano lontani e non ero sicura fossero loro. Trattenemmo il fiato per minuti.
Poi li vidi.
“Sono loro”, sussurrai emozionata.
Lui pietrificato.
“Voglio raggiungerli.”
Non si mosse.
Iniziai a camminare senza paura. Non eravamo più soli sotto quelle montagne: al buio la solitudine terrorizza, ma il fuoco fa venir voglia di danzare.
Lo trascinai insieme a me.
“Torniamo indietro” sussurrò “possono essere molto pericolosi.”
“Non tutto quello che non conosci è pericoloso, l'ignoranza lo e' molto di più': è la strada giusta”, gli dissi, “fidati”.
I Troll a quel punto ci videro, ci osservarono per un secondo lunghissimo ed interruppero la musica.

Ci fissammo negli occhi e...fummo di nuovo parte del tutto.

Parole gentilmente suggerite da Michela Gioia.
Se anche tu hai voglia di inviarmi le tue due parole Clicca qui!.


0 commenti :

Posta un commento