mercoledì 1 giugno 2016

Parole: Puma e musica


Titolo: Il cambiamento

L'allarme del cellulare non commette mai un errore.
Mi ero alzato come sempre alle 6.30. Avevo indossato il mio usuale completo da corsa nero, con pantaloncini aderenti e canottiera traspirante. Avevo bevuto la mia abituale spremuta d'arancia ed ero uscito solo, in compagnia del mio iPod. 
Il tragitto lo avevo scelto da tempo considerando distanze e possibilità più' volte nel corso degli ultimi 4 anni. 
Iniziavo all'hotel de Ville en Rue de Rivoli, giravo poi per il Boulevard de Strasbourg, e tornavo verso casa, per Rue de la Verrerie and Rue du Temple. Una meravigliosa corsa nel cuore di Parigi. 5km in 23 minuti: un puma. Conoscevo ogni scalino, semaforo e incrocio, eppure quel giorno...
Concentrato sul mio respiro, a ritmo di musica, non vidi una leggera incrinatura della pavimentazione del marciapiede. Non feci in tempo, quindi, a sollevare il piede portandolo più in alto per poterla evitare, e caddi. 
Urtai il suolo prima con la mano destra e poi con il ginocchio sinistro, causando uno strappo al pantaloncino a livello del ginocchio. Rimasi a terra, sorpreso, per un momento. 
Mi rialzai, sistemai la canottiera e ripresi a correre, con un ritardo sul mio percorso di 4 minuti. 

Parole gentilmente suggerite da Andrius Pojavis
Se anche tu hai voglia di inviarmi le tue due parole, Clicca qui!.

0 commenti :

Posta un commento